Debito Pubblico Italiano in tempo reale

venerdì 3 febbraio 2017

INVITO TUTTI QUELLI CHE LA PENSANO COME ME, A CANCELLARE RAI_3 DALLA VOSTRA LISTA CANALI DEL DIGITALE TERRESTRE !!!

Qualche giorno fa su Rai_3 in un noto programma televisivo in prima serata, è stato dato grande spazio a questo:

  Il Fatto/migranti-gabanelli-leuropa-ci-paghi-per-una-degna-accoglienza-a-controllo-pubblico

Personalmente avevo molta stima della sig.ra Gabanelli e guardavo sempre con interesse ed attenzione, i suoi programmi consumeristici, di ricerca e denuncia degli sprechi e corruzioni della spesa pubblica, che portava all'evidenza del telespettatore.

 Ma quando ho sentito questo...

  Il Corriere/migranti-gabanelli-leuropa-ci-paghi-per-una-degna-accoglienza-a-controllo-pubblico

sono rimasto allibito!

Sputtanare 4.3MLD all'anno è roba da pazzi!, per uno stato come l'Italia che:
  • ha 2300MLD di debito pubblico,
  • con il centro Italia terremotato ed il centro storico dell'Aquila da ricostruire
  • che ha mezzo Appennino a rischio terremoti,
  • Napoli a rischio eruzione vulcanica,
  • lo stretto di Messina a rischio terremoto,
  • le coste tirreniche ed adriatiche a rischio uragani mediterranei per climate change,
  • nell'interno in Italia dei rischi di tornado per climate change.
  • Milioni di disoccupati,
  • una p.a. ipertrofica di dipendenti pubblici,
  • un tessuto industriale italiano in disfacimento (perchè dimensionalmente in media sotto i 10 dipendenti e quindi incapace di fare ricerca e sviluppo applicata per ottenere innovazioni di prodotto e processo, per competere con cinesi, indiani, koreani, americani, giapponesi, indonesiani, sud americani..)
 Sinceramente, tutta la stima che avevo per la sig.ra Gabanelli è evaporata in un attimo!!.

Anche se, di solito il BLA BLA la gente lo fa su Twitter/Facebook, vorrei invitare chiunque casualmente passi da questo blog e non sia in accordo con il delirio della sig.ra Gabanelli, a

  CANCELLARE RAI_3 DALLA LISTA DEL DIGITALE TERRESTRE, ONDE EVITARE CHE ANCHE FACENDO ZAPPING, SI POSSA FINIRE SU UN CANALE CHE DIFFONDE PROPAGANDA POLITICA E NON FA INFORMAZIONE.

 Mi si conceda qualche attimo di pazienza in questo post, per smontare RAZIONALMENTE, il delirio esposto dalla sig.ra Gabanelli.


Oggi gli africani sono circa 1.2MLD e gli immigrati clandestini giungono in Italia, perchè la marina militare italiana li paracaduta sul territorio nazionale, alimentando un'autoinvasione imbecille da mezzo milione di persone in 3 anni , che non è mai stata osservata in tutta la storia umana! Francia, Svizzera, Austria ci hanno chiuso le porte in faccia, sospendendo Schengen!.

 In Francia ed in Austria sono al potere i socialisti, ossia la SX, in Svizzera il primo ministro è del PPD (qualcosa di assimilabile all'italica DC) Quindi, l'obiezione cattocomunista che quelli che chiudono le porte sono nazifascisti, è un delirio cattocomunista!

Consideriamo i fatti:

Se gli immigrati clandestini fossero respinti in modo assistito, non esisterebbe alcun problema migratorio in Italia e non ci sarebbe problema ad aiutare i veri profughi politici, che necessitano aiuto, dato che sarebbero poche migliaia l'anno. Non si sarebbe sputtanato 10MLD in 3 anni, ne tantomeno ci sarebbero buchi di bilancio con la UE dato che 4MLD è quanto stanziato nel 2017 per l'affare Africa Ferries mentre 3.4MLD è il buco di bilancio lasciato da Renzi. I numeri sono questi, c'è poco da fare. La Gabanelli è IMHO andata fuori di testa, cerca di nascondere
  1. il problema di una p.a. italiana ipertrofica di dipendenti pubblici,
  2. uno stato italiano bollito e pieno di debiti,
  3. sviando la discussione su un falso buonismo, che mira a progettare guerra e morte.
Diamo qualche numero, per renderci conto del delirio esposto dalla Gabanelli:

 1-Se come auspica la sig.ra Gabbanelli, gli africani oggi, iniziassero a migrare per davvero e se ne migrasse appena il 10% in Europa, sarebbero 120MLN di esseri umani che pioverebbero in Italia.

 Non mi sembra una cosa da auspicare ne da progettare, l'arrivo in Italia di 120MLN di persone, dato che 120MLN > 57MLN si capisce bene che fine farebbero gli italiani in Italia... Non mi sembra una cosa da programmare e da progettare, la migrazione dall'africa all'europa, dato che non credo che oggi, l'europa potrebbe assorbire 120MLN di persone, senza subire danni a cose e persone.
  1. Il mondo è in sovrapopolazione se l'europa manterrà il suo basso profilo demografico: oggi 500MLN di persone nel 2050 circa 600MLN di persone, l'incremento sarà modesto.
  2. In Italia a pil costante, una curva demografica lievemente calante produce un reddito pro-capite leggermente crescente, che di solito è sinonimo d'assenza di bomba sociali ed odi etnici.
2-Nel 2050 gli Africani saranno 2.4MLD e questo è un fatto demografico. Per quel tempo, la sovrapopolazione sulla terra, il climate change ed i suoi effetti nefasti, saranno problemi che si saranno legati assieme in modo indissolubile (per quanto papa Francesco neghi questa realtà, raccontando fiabe su pace e prosperità nel XXI secolo).

Un mondo quello del 2050 che appare molto competitivo, con scarsità di risorse vitali dato che servirebbero 3 pianeti terra per quella data, per garantire l'attuale livello di consumo.


Non so che tipo di neuroni abbia la sig.ra Gabanelli in testa, ma io non vedo nel nostro sistema solare altri due possibili pianeta Terra, considerato poi quanto costa mettere in orbita un kg di materiale inerte (che non necessita d'energia, cibo, acqua, aria) la favola della colonizzazione di Marte, trasferendovi MILIARDI DI COLONI TERRESTRI, è una puttanata di fantascienza, per mentecatti. 

Quindi: è ragionevole supporre che nel 2050 circa 1 africano su 2 migrerà per ragioni climatiche, allora ci saranno 1.2MLD di africani in movimento.

 Se come auspica la Gabbanelli, 1.2MLD d'africani giungessero in Italia nel 2050, tramite gateway umanitari 1.2MLD di disperati, dato che 1.2MLD > 56MLN si capisce bene, che fine farebbero gli italiani... inclusa la Gabbanelli, che per il 2050 se sarà ancora viva, di certo avrà una ragguardevole età, con una salute cagionevole, per cui sarà incapace d'opporsi a qualsiasi cosa non le vada bene. A meno che lnon espatri negli USA e professandosi cattolica ed italiana, possa avere ospitalità, disponendo di un capitale con cui mantenersi.

Quindi, tirando le somme, non mi sembra una cosa da programmare e neppure da alimentare, la migrazione ufficiale dall'Africa all'Europa, dato che non credo che nel 2050 l'europa sarebbe capace d'assorbire da gateway umanitari, una massa di 1.2MLD di persone, senza che l'Europa abbia a subire danni a cose e persone.

Se quindi s'esclude il delirio partitocratico ideato? della Gabanelli, si capisce che:
  • quello che serve REALMENTE all'Africa è una politica di controllo delle nascite, non alimentare false speranze in una migrazione impossibile in Europa!. Quando gli europei alla fine della WWII in Europa avevano il continente distrutto, non sono migrati in Canada/USA perchè c'erano le villette a schiera, le auto, gli elettrodomestici ecc... Sono rimasti in Europa, si sono tirati su le maniche, ed hanno ricostruito il continente, smettendo (per adesso) di spararsi addosso. L'Africa è un continente più ricco di risorse naturali di quanto ce ne siano in Europa, quindi...
Si capisce che
In Italia, bisogna smettere di produrre LAVORI FINTI ED INSOSTENBILI CREATI PER DECRETO E FINANZIATI A DEBITO, come quello della crocerossina del migrante, lucrando sulla pelle di questi poveracci. Sperperando risorse pubbliche che non saranno mai sufficienti ad affrontare il problema migratorio che ha dimensioni apocalittiche.

Più utile sarebbe che il Sud Italia, invece che aspirare a lavorare in cooperative parapubbliche della crocerossina del migrante, sviluppasse come in Emilia-Romagna/Marche un'industria del TURISMO, invitando RICCHI CINESI, RUSSI, INGLESI, TEDESCHI, SCANDINAVI a fruire delle belle risorse e della cucina del Sud Italia.
  • Per l'Africa, occorre invece sfruttare i Fondi ONU per stampare libri in inglese e francese, da distribuire in Africa per agevolare la scolarizzazione.
  • Dato che gli africani non hanno denari per comprarsi beni europei, è certamente utile che la UE apra il proprio mercato ai prodotti anche artigianali/solidali, per permettere uno sviluppo economico per i prodotti africani, agevolando processi di miglioramento economico in Africa.
  • Un Euro speso in Europa vale un Euro, lo stesso Euro speso in Africa grazie al cambio locale è moltiplicato spesso per 10, 100 o qualche volta anche 1000.

E con questo ho liquidato, i deliri politici della sig.ra Gabanelli e papa Francesco, esponendo RAZIONALMENTE le ragioni, per cui sarebbe utile BANNARE dal vostro telecomando RAI_3 che non fa informazione ma solo propaganda politica!

 La misura é colma!.

  p.s. informatevi e documentatevi da soli, partendo da qui: